• Home
  • Contabilizzazione

Contabilizzazione

Sistema di ripartizione intelligente

La misurazione dei consumi è l'unico strumento per risparmiare energia e ridurre le emissioni di CO2.

I fornitori di servizi energetici, come ista utilizzando tecnologie di misurazione avanzata assicurano che tutti paghino solo per quello che effettivamente consumano.

Come un investimento a basso costo,  ista offre la piena trasparenza dei consumi individuali di energia per inquilini e proprietari degli appartamenti. Questa trasparenza permette di  gestire attivamente e ridurre il proprio consumo di energia - semplicemente cambiando il proprio comportamento e senza ulteriori attrezzature tecniche. La Commissione europea ritiene che le potenzialità di risparmio di energia, dei costi e delle emissioni di CO2 siano tra il 15 e il 30% . Ciò rende la contabilizzazione la misura più efficace per risparmiare energia negli edifici.

Contabilizzazione obbligatoria

La direttiva 2012/27/UE

La direttiva 2012/27/UE del 25 Ottobre 2012 sull'efficienza energetica nell'Unione Europea, stabilisce un quadro comune di misure per il conseguimento dell'obiettivo 20-20-20:

left right
  1. Ridurre del 20% le emissioni di gas serra.

  2. Ridurre del 20% il fabbisogno di energia primaria.

  3. Soddisfare il 20% dei consumi energetici con fonti rinnovabili.

                             Entro il 2020

Riguardo la contabilizzazione in edifici esistenti la Direttiva si esprime nell’articolo 9.

"Entro il 31 Dicembre 2016, nei condomini e negli edifici polifunzionali con riscaldamento/raffreddamento centralizzato o serviti da una reta di teleriscaldamento, dovranno essere installati contatori individuali per misurare il consumo di calore o raffreddamento o di acqua calda per ciascuna unità. Nei casi in cui l'uso di contatori non sia tecnicamente possibile o non sia efficiente in termini di costi, dovranno essere installati contabilizzatori di calore individuali su ciascun radiatore. Se lo Stato membro dimostra che anche l'installazione dei contabilizzatori di calore non è efficiente in termini di costi, possono essere presi in considerazione metodi alternativi".

Grazie al potenziale risparmio energetico, la direttiva europea (EED) ha previsto che gli Stati membri europei creassero un quadro normativo adeguato entro la metà del 2014.


L'attuazione effettiva delle misure stesse sarà obbligatoria dall'inizio del 2017.