Il contatore per la misurazione del calore negli appartamenti

sensonic II e sensonic II calculator  sono contatori di calore basati sul testato principio dell'istameter, che offre grande flessibilità per quanto riguarda la sostituzione.

Si tratta di un contatore multi-jet dotato di avanzate tecnologie di misurazione elettronica. La misurazione elettronica garantisce immediata, accurata misurazione per molti anni a venire - per un progetto di legge dei costi di riscaldamento di facile e trasparente comprensione.

 

I vantaggi

  • Innovativa, tecnologia microchip integrata (ASIC)
  • Semplice sostituzione grazie al principio istameter 
  • Notevoli performance delle batterie
  • Affidabilità e durata garantite dalla tecnologia testata
  • Resistenza all'usura e alla corrosione 
  • Materiali e metodi di produzione di alta qualità
  • Alto grado di protezione contro polvere e spruzzi d'acqua
  • Tasto sensore integrato
  • Nuovo e accattivante design e dimensioni ridotte
  • Lettura comoda e semplice

Caratteristiche e permormance del sensonic II

Differenti design

I differenti design coprono una vasta gamma di esigenze. Ad esempio, la versione compatta con portate nominali di 0,6 / 1,5 e 2,5 m³ / h sono stati appositamente sviluppati per l'impiego in edifici residenziali. Come misuratori elettronici multi-getto, mantengono precisione di misura durante tutto il loro ciclo di vita. La versione combinata, dove l'unità di calcolo sensonic II calculator, la volumetrica e le sonde di temperatura sono installati separatamente, sono adatti per portate nominali fino a 250 m³ / h e superiori, in particolare per il settore commerciale. 

Differenti misurazioni

La differenza tra la temperatura di mandata e di ritorno è registrata ad intervalli di 60 secondi. Allo stesso tempo, questo determina il cambiamento automatico tra misurazione del calore e del freddo. Ad esempio, il misuratore ibrido inizia con misurazione calore quando la differenza di temperatura è superiore a 0 Kelvin e la temperatura di mandata è superiore a 20 ° C. In modo simile, il misuratore passa alla modalità freddo quando la temperatura dell'acqua nella linea di andata è inferiore rispetto alla linea di ritorno in modo che vi sia una differenza di temperatura negativa e la temperatura di mandata sia inferiore a 20 ° C. Il volume di energia consumata viene poi calcolato grazie al microchip elettronico integrato (ASIC) dalle misurazioni registrate e varie costanti per il liquido (fattore K). Viene poi visualizzata sul display LCD.